IL PROBLEMA LEGIONELLA NELLE ACQUE AD USO CIVILE

IL PROBLEMA LEGIONELLA NELLE ACQUE ad USO POTABILE
  HT è sempre alla ricerca di nuovi Partner in grado di migliorare e aumentare la qualità dei suoi prodotti. In Questi Anni la problematica legionella si è posta alle Cronache Italiane in diversi Ambiti Ospedalieri, Case di Cura, Centri Anziani, Scuole (materne e Medie), Asili Nido. HT Insieme a NSF ha iniziato una collaborazione per l'Abbattimento della legionella in diverse strutture dl panorama italiano sia Private (Palestre, Hotel, Piscine), sia Pubbliche (Asili, Scuole, Centri di Cura), utilizzando un prodotto innovativo denominato SANODYNA in grado di eliminare il proliferarsi della legionella nell'acqua di processo che si vanno ad utilizzare ogni giorno.   LA LEGIONELLA :   I batteri della legionella sono presenti ovunque nelle acque: fiumi, laghi, pozzi, acque sorgive e termali.   Si trovano anche negli acquedotti dove, dopo i trattamenti di disinfezione nelle centrali di produzione acqua, si riproducono nuovamente nelle condotte principali di distribuzione.   Tuttavia, i batteri non sono di per sé un pericolo per le persone ma lo diventano solo quando sussistono contemporaneamente diverse condizioni:   temperatura dell’acqua compresa tra 25° e 45° C: quindi in tutti i circuiti dell’acqua calda sanitaria; ambienti con ossigeno; condizioni di stagnazione: i sifoni dei circuiti idraulici, i boiler, i serbatoi di accumulo; elementi nutritivi (biofilm, scorie, calcare, ioni di ferro, materiali plastici); vaporizzazione dell’acqua. La Legionella rappresenta inoltre un grave pericolo soprattutto nei casi in cui più persone siano riunite in uno stesso ambiente, quindi ospedali, case di cura e Residenze per Anziani; soprattutto considerando che l’infezione è più diffusa tra anziani, fumatori e pazienti con patologie polmonari. Particolarmente a rischio anche tutti i malati cronici, nonché pazienti immunodepressi e/o compromessi.   La frequenza delle legionellosi riguarda il 5-10% dei casi totali di polmonite comunitaria e ben il 3-20% di tutte le polmoniti ospedaliere.   Sappiamo che tutti i metodi di disinfezione delle acque utilizzati comunemente (Ipoclorito di sodio, biossido di cloro, per non parlare di shock termici ed altro) non hanno alcuna azione sulle colonie batteriche, incistate nei circuiti idraulici, ma solo sui batteri in acqua libera; a riprova di ciò i manutentori applicano, a seconda delle UFC riscontrate, continue iperclorazioni col solo risultato di aumentare a dismisura la corrosione dei circuiti idraulici.   Con un impianto Sanodyna® On Site oggi è finalmente possibile trattare tutta l’acqua di una struttura, fredda e/o calda sanitaria, non solo nel modo assolutamente più efficace, ma anche totalmente naturale e biologico, eliminando definitivamente le contaminazioni batteriche dagli impianti idrici.   Sanodyna® – una forma di Acido Ipocloroso particolarmente attiva – generata dai nostri impianti per via elettrolitica da una miscela di acqua e sale è biodegradabile al 100% e, con la sua parte cloro-attiva, è in grado di eliminare tutti i microorganismi patogeni presenti nell’acqua libera. In più, grazie al suo valore di ORP (850 mV), distrugge le colonie batteriche all’interno dei circuiti idraulici, impedendone del tutto la riproliferazione.   In quanto a PH neutro, Sanodyna® non provoca alcun fenomeno di corrosione sulle condutture.   Con le sue peculiarità uniche peraltro, a differenza di Ipoclorito di Sodio e Biossido di Cloro, non è tossica e non produce quei sottoprodotti tipici dei trattamenti a base cloro: irritazioni alla pelle e agli occhi, “odori sgradevoli”, nessun clorito, clorato, trialometani e cloroammine mantenendo comunque la potabilità dell’acqua.   Ecco così che il lavaggio dei pazienti, non solo allettati, diventa assolutamente sicuro.   Altrettanto sicura è, utilizzando Sanodyna® , la pulizia e la disinfezione:   di sale operatorie e centrali di sterilizzazione; di camere e arredi; dei dispositivi e degli ausili alla deambulazione; dei bagni assistiti e delle aree pubbliche; delle palestre per la riabilitazione neuro motoria; dei locali infermieri e degli armadi di stoccaggio presidi; delle cucinette di reparto e di quelle aziendali, … tutto raggiunge il massimo della sanificazione, secondo lo stato dell’arte.   Da segnalare anche i ridottissimi costi di gestione di un impianto On Site , che ha come unico consumabile il cloruro di sodio in pastiglie per l’addolcitore e la salamoia.   Un impianto Sanodyna® On Site, con il dosaggio in continuo 24h su 24 di Sanodyna®, garantisce la totale sicurezza per i pazienti e gli ospiti nel pieno rispetto dell’ambiente e con costi di esercizio trascurabili.   Sanodyna® è il solo trattamento realmente efficace, ecosostenibile al 100 % e che rispetta l’ambiente.   IMPIEGO :   L’utilizzo di Sanodyna® offre i seguenti vantaggi ed opportunità:   trattamento dell’acqua calda sanitaria per eliminare i rischi della legionellosi; trattamento dell’acqua fredda per eliminare i rischi di Pseudomonas, E. coli e batteri in generale; disinfezione di pavimenti, superfici, pareti. disinfezione di recipienti e contenitori; disinfezione delle mani; disinfezione degli arredi.   VANTAGGI :   Grandissima efficacia come sporicida e in tutti i processi di disinfezione con particolare riferimento alle contaminazioni di Legionella, Pseudomonas, E. coli, streptococchi; Ridottissimi costi di gestione; Totale assenza di rischi per gli operatori e quindi completa sicurezza negli ambienti di lavoro; Scomparsa di odore di cloro, assenza della sensazione di bruciore oculare e mancanza di reazioni sulla pelle; Eliminazione di prodotti chimici; Altamente efficace poiché prodotto “On Site”; 100% biodegradabile; Manutenzione ridotta; Impianti premontati su skid con tecnologia “Plug & Play”; Nessuna necessità di locali tecnici speciali o dedicati; Controllo e gestione anche da remoto.